Documenti di viaggio

Per recarsi nei paesi dell’Unione Europea (25 paesi), sono sufficienti una carta d’identità in corso di validità od un passaporto anche scaduto da meno di 5 anni. Al di fuori della CEE, dovete presentare il passaporto e, a seconda del paese visitato, un visto ufficiale.

Per ottenere la Carta d’Identità, recatevi presso il comune o la circoscrizione di residenza. I documenti da fornire: un documento recente comprovante il domicilio, 3 fototessere recenti e la vecchia carta d’identità se ne avevate una. E’ gratuita. Ha una validità di 10 anni. Viene rilasciata subito.

Fate attenzione, quando andate all’estero, che la carta d’identità in vostro possesso non sia rinnovata con il timbro di proroga del comune.

Controllate anche che le due pagine non siano staccate totalmente, pena la mancata accettazione dagli organi competenti. Non si accettano carte con pagine incollate dallo scotch.

Per quanto riguarda il passaporto, la domanda per il rilascio (fate attenzione a compilare quella che occorre scegliendo tra il modulo per i maggiorenni e quello per i minorenni) può essere presentata presso i seguenti uffici del luogo di residenza o di domicilio o di dimora secondo quanto disposto dalla legge 21 novembre 1967 n. 1185 art.6 (nell’articolo sono citati anche gli Ispettorati di Frontiera che però non esistono più)

  • la Questura
  • l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • la stazione dei Carabinieri (per le impronte digitali, se previste, il cittadino si dovrà recare presso la questura o commissariato anche in tempi differiti)

La documentazione da presentare.

  • Il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni)
  • un documento di riconoscimento valido (suggeriamo di portare con sé, oltre all’originale, anche un fotocopia del documento)
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto – inoltre lo sfondo della foto deve essere bianco) Esempi foto
  • La ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario. Leggi circolare Il versamento va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.
    La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Vi consigliamo di utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.
  • Un contrassegno amministrativo da € 73,50 (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio) . L’importo è cambiato dal 24 Giugno 2014 con la conversione in Legge del decreto Irpef.Va acquistato per il rilascio del passaporto ordinario, anche per quello dei minori.
    N.B. Chi avesse in precedenza acquistato la concessione governativa da € 40,29 potrà integrarla con un ulteriore contributo telematico da € 33,21

Un minore che viaggia con i genitori deve essere munito di una carta d’identità o del passaporto se non è inserito su quello dei genitori. Dai 0 anni in su, i bambini devono avere i propri passaporto e visto. Se il minore viaggia da solo, deve obbligatoriamente avere la propria carta d’identità ed un’autorizzazione dei genitori ad uscire dal territorio. I documenti da fornire: documento d’identità, stato di famiglia e carta d’identità del minore.

Il visto viene rilasciato dal consolato del paese che visitate. I documenti da fornire variano a seconda dei paesi in cui ci si reca: passaporto valido ancora 3 o 6 mesi oltre la data di ritorno, modulo da compilare, fototessere, buoni viaggio (voucher) dell’agenzia di viaggi, estratto della fedina penale… Termine: da 24 ore a 2 o 3 settimane a seconda dei casi. Costo: variabile, da nullo a circa 60 ? a seconda della durata.
Vi sono organismi preposti al disbrigo delle pratiche per il rilascio del visto. Costo: da 13 a più di 150 ? secondo il tipo di organismo, i visti, il grado d’urgenza e il numero di persone (prezzi decrescenti). Alcuni forniscono anche altri documenti (libretto di circolazione, patente…).

Documenti aggiuntivi:

  • Chiedete la tessera europea di assicurazione malattia (che ha sostituito il modello E111 nel 2004) presso l’ASL per ottenere il rimborso delle cure mediche subite durante la permanenza in uno dei paesi dell’UE.
  • Nel caso in cui la patente nazionale non sia sufficiente per guidare nel paese straniero, rivolgetevi alla prefettura di residenza per ottenerne una internazionale. I documenti da fornire sono i seguenti: patente nazionale, un documento d’indentità, due fototessere recenti e un documento di residenza. Gratuita dal 1/01/2000. Validità: 3 anni. Termine: immediato.
  • Ricordatevi del libretto di vaccinazione e delle vaccinazioni obbligatorie (febbre gialla etc.), ma anche di quello dei vostri animali domestici. Alcuni paesi regolamentano l’entrata degli animali nel proprio territorio.
  • Portate con voi delle fotocopie dei documenti (passaporto, visto, biglietto aereo, carta di credito), utili in caso di smarrimento, furto o danneggiamento degli originali.

Per maggiori informazioni su internet:
www.esteri.it